Curriculum Vitae


ATTENZIONE: nuovo indirizzo per scrivere a LARKIE
A causa dello spamming, che mi sta perseguitando con 300-400 messaggi ogni giorno, sono costretto ad usare un nuovo indirizzo "truccato". Nel nuovo c' inserita la parola maiuscola ELIMINARE che non fa parte dell'indirizzo, ma serve solamente come mia difesa personale. Quella parola (ELIMINARE) dovete cancellarla dall'indirizzo prima di spedire qualsiasi messaggio.
Spero di essere stato chiaro. Se ci sono problemi potete telefonarmi per chiarimenti al numero 054222676, dalle 16:00 alle 19:00 tutti i giorni esclusi GIO - SAB - DOM.

di MARIO CACCIARI

Nel quale si legge,
cronologicamente ordinata,
l'auto-agio-biografia
di Mario Cacciari
detto Larkie
amante dei giardini
(e di tante altre belle cose)
perseguitato dai traslochi.



1939 -
Nasco a Imola il 12 febbraio. Acquario, dice chi se ne intende. Porterà bene?
A tutt'oggi vivo ancora: una vita spesa tra giardini, design e... traslochi.

1948 -
La mia prima pianticella: era una pervinca e fece anche i fiori.
Fu l'inizio. Abitavo con mamma e babbo, mio fratello piccolo Alberto, nonna Angelina e nonno Giuseppe in Via Cavour, 92. A Imola. Tel. 153 (in seguito 3153)

1951 -
Eseguo su una pianta succulenta la mia prima operazione fito-chirurgica: il salvataggio di una grossa Echinopsis, colpita e distrutta dal gelo per circa un terzo del corpo.
Strumenti chirurgici: un cucchiaino da caffè, argilla e sabbia. Esito: ottimo, ma la paziente ne esce sfigurata. Non sono ancora attrezzato per la fito-chirurgia-plastica.

1956 -
Con la famiglia paterna ci trasferiamo in un grande appartamento con un grande terrazzo, in Via Emilia, 116. Tel 0542 23153. Allo stesso indirizzo abita anche nonno Cecco, e nonna Celeste che mi aveva regalato la pervinca.

1956 -
Nasce, inaspettata, una (giovanissima) sorella: Camilla.

1957 -
Maturità Classica presso il Liceo Classico "B. Rambaldi" di Imola. Che fatica, che incubo. Me la sogno ancora, e anche abbastanza spesso.

1957/1964-
Frequento, da studente fantasioso e dispersivo, la Facoltà di Architettura di Venezia in epoca eroica. Le autostrade non esistono, né la teleselezione: per telefonare a casa bisogna prenotare al centralino almeno mezz'ora prima. Passo 39 esami (l'intero corso). Poi per ragioni varie, lunghe da spiegare (ma interessano proprio?), non conseguirò mai la Laurea in Architettura.

1965 -
Mi sposo per mia fortuna con la giovane Diva, occhi verdi e spirito frizzante, che fino ad oggi ha resistito al mio fianco, ad aiutarmi e proteggermi. Fra altre virtù, la giovane Diva è una cuoca splendida. La piccola Laura, che nasce dopo "pochi" mesi, ne eredita la classe. ;@)

1967 -
Mi trasferisco con la mia famigliola a Bologna. In Piazza dell'Unità, al numero 16. Tel 051 245004. 48 mq: un soggiorno trapezoidale, due camere, il bagno e, nell'ingresso, l'unico posto possibile per il frigorifero.

1968 -
Il primo vero progetto tutto mio per un giardino. Sarà realizzato a Bologna nel 1969, in quel complesso detto Filanda II, che ora è identificato come Via Duccio da Boninsegna 2/8.

1970 -
Secondo trasloco, in Via della Filanda, 28. Tel 051 432948. Il giardino condominiale è quello che io avevo progettato nel 1968.

1971 -
Arriva il nostro primo, e fino ad ora ultimo, cane: Pongo delle Valli, dalmata. Andiamo in comitiva a prenderlo dall'allevamento a Bergamo quando ha 45 giorni. Innamora tutti, anche Laura, che però lo avrebbe preferito senza bocca. É bellissimo e destinato a diventare un Campione. La cosa si avvererà a Roma nel 1975, quando già anche la sua prole sta mietendo allori presso le Giurie Internazionali. Pongo muore nel 1985.
Raccolgo da terra, in ottobre, un frutto di Aesculus hippocastanum che sta germogliando. Ho intenzione di farlo diventare un alberello nano da tenere in vaso. Oggi, November 6, 1999, è giusto un alberello nano, ben proporzionato, nodoso e sanissimo, di circa 35 cm di altezza.

1972 -
Apro il mitico (mitico per me) studio "L'Archipenzolo". Prima in Via Stoppato a Corticella e poi in Via San Vitale, 60 a Bologna. Tel. 051 265513. Design di interni e architettura dei giardini, grafica pubblicitaria e tutto quel che capita per lavorare.
Su l'Espresso scopro una rubrica, "Pollice Verde", di un certo Ippolito Pizzetti. Pare che sia il figlio di Ildebrando, il grande musicista del Novecento. È amore a prima lettura e ne raccolgo religiosamente i ritagli per anni, finché la rubrica non si esaurisce. Ippolito Pizzetti lo conoscerò di persona, finalmente, solo molti anni dopo.
Per tutta la vita dell'Archipenzolo, oltre a dedicarmi al design di interni, realizzo molti giardini, terrazzi, attici, nei dintorni di Bologna e di Ferrara. Ne citerò solamente alcuni.

1977 -
Il giardino della Ville S. e K. al Piccolo Paradiso (Sasso Marconi).

1976/1978 -
I giardini per le due Ville delle Sorelle B. a Pieve di Cento (BO).

1982 -
Progetto e realizzo i giardini -quello esterno e due giardini interni- per la Sede Centrale della Compagnia Assicuratrice UNIPOL, in Via Stalingrado a Bologna.

1982 -
Il giardino sul fronte strada, con una collezione di rose antiche, per il negozio METRON, arredamenti, ad Anzòla Emilia.

1984 -
Giardino per la villa B. a Pianoro. Realizzato utilizzando solamente essenze autoctone. Anche per il prato, con la consulenza del prof. Francesco Corbetta, uso solo quelle piante che si trovano selvatiche nei dintorni.

1985 -
Terzo trasloco. Nel centro di Bologna, in Via Irnerio, 22. Un bel palazzo dell'inizio del secolo, con le finestre ad arco in cotto. Pieno di fascino, di suggestioni e di scomodità. Il posto in famiglia che fu di Pongo, è occupato ora dalla gatta China. Sei chili, terribilmente traditrice e ladra, ma irresistibile amica. Morirà nel 1998.

1986 -
Piedimonte Matese (Caserta): il giardino per il negozio di arredamenti "MARTINO". Per la prima volta nella mia vita posso usare liberamente palme nane, gelsomini, limoni, bougainvillee. Che bello il sud!

1988 -
Mi trasferisco per lavoro in provincia di Caserta, lasciando temporaneamente a Bologna la famigliola sbigottita. Abito, il primo anno, ad Alife a ridosso delle intatte mura romane, poi a Piedimonte Matese, in via Casino del Duca, 43. Che sarebbero il quarto ed il quinto trasloco...

1989 -
Il mio primo computer: il mio primo Macintosh. Un SE30 nuovo di fabbrica, compatto con schermo di soli 9 pollici in B/N, 40M di disco e 2M di RAM. Per quell'epoca è una macchina velocissima, potente e all'avanguardia. Col leasing mi costerà circa 12 milioni. Bei tempi... Acquisto anche una stampante Apple ad aghi, di seconda mano. Il glorioso SE30 l'ho poi ceduto ad un amatore nel 1998, in cambio di un misero LCIII per la giovane Diva.

1991 -
Rientro a Bologna, in Via Irnerio. E fanno sei traslochi, con questo.

1994 -
La cerchia dei nostri amici è composta di persone che hanno grosso modo la mia età, quando Alessandra Muccinelli mi procura un modem vergognoso, e mi introduce nel mondo della comunicazione elettronica. Non si parla ancora molto di Internet, ma ci sono le BBS, e c'è OneNet Italia, una rete che permette di comunicare con tante persone, di una trentina di città italiane. Volendo, anche con gli USA. Da questo momento l'età media dei nostri amici si abbassa incredibilmente. Circa sui 27 anni. In via Irnerio comincia ad esserci un curioso andirivieni di giovani maschi e femmine che vengono a trovarci da Bari, da Torino, Prato, Palermo, Ancona, Roma, Milano ecc. ecc. Io sono il decano della rete, il mio nome di battaglia è Larkie (ricordo de l'Archipenzolo) e mi diverto come non mai.

1995 -
Nella rete di OneNet Italia istituisco la conferenza nazionale "Polline&Verde", che ovviamente ha come oggetto il giardino. La conferenza ha successo e mi permetterà negli anni successivi di fornire aiuto pratico a decine di giovani, inesperti ma appassionati ed affamati di consigli. Ora le BBS sono quasi scomparse e, per motivi esclusivamente tecnici, la conferenza l'abbandonai nel 1998. Credo però che esista ancora e che da qualche parte ci sia ancora qualcuno che scambia pareri e consigli su "Polline&Verde". Questo è il messaggio di presentazione della conferenza che apparve nell'aprile 1995, inizialmente sulla BBS Asterisco di Prato:

MESSAGGIO INAUGURALE Per chi sfoglia la margherita in mezzo al prato. / Per chi spoglia la Margherita dietro al pagliaio. / Per chi possiede tutte le Terre Emerse. / Per chi si sente padrone dell'Amazzonia. / Per chi possiede un Parco dietro al Castello. / Per chi ha un Parco Pubblico vicino a casa. / Per chi ha un Giardino Condominiale. / Per chi ha un giardinetto trepertre ma tutto suo. / Per chi ha un superattico. / Per chi ha un terrazzino. / Per chi ha un davanzale. / Per chi ha un solo vaso di terracotta. / Per chi ha una fioriera in soggiorno. / Per chi ha un vasino per fiori piccolissimo. / Per chi non ha nemmeno quello ma come gli piacerebbe! / Per chi ha il Pollice Verde. / Per chi ha l'alluce bluastro. / Per chi vorrebbe barattare un Ippocastano in cambio di una bustina di semi. / Per chi sa che cosa è un Myrtillocactus geometrizans. / Per chi non sa che l'Euphorbia Tirucalli contiene idrocarburi. / Per Nero Wolfe. / Per chi "io le rose solo quelle botaniche". / Per chi ama abbracciare una Sequoia gigantea. / Per chi ama accarezzare i suoi bonsai. / Per chi colleziona piante grasse. / Per chi gli piacerebbe usare il suo rastrello nuovo, ma ha perso tutti i capelli. / Per chi è stanco di confronti Mac-PC. / Per chi i dubbi politici ormai se li è tolti tutti. / Per chi vorrebbe mandare un mazzo di fiori a Tiziana, ma non sa quali scegliere. / Per chi crede che un bosco è cultura. / Per chi gli sta morendo la Stella di Natale. / Per chi è incerto se mettere una siepe di Biancospino o di Ligustro. / Per chi preferisce il filospinato.
......... E per molti altri ......... E per molte altre
Ciao, sono Larkie, al secolo Mario Cacciari. Bolognese per forza e romagnolo di estrazione. Possiedo un terrazzino di 90X180, e cinque davanzali. Abito in centro. Su istigazione di Paolo mi sono autoinstallato da Bologna sullo scagnolo del moderatore di questa nuova Conferenza, che si chiama ***Polline&Verde***, che trovate in esclusiva (PER ORA!) su Asterisco.
Io vedrò di moderare poco e stimolare molto. Ma Voi partecipate in tanti, ch'io possa moderarVi, e stimolarVi!
Che allah mi assista e mi preservi dalle allergie.

1997 -
In luglio si torna a Imola, nella terra natìa. Via Casoni, 13. Tel 0542 22676. Siamo al settimo trasloco. Sarà l'ultimo? ...mmmmhh, ne dubito. Ma Laura rimane a Bologna, in un bell'appartamento sopra il mio primo giardino, dalle cui finestre si vede la casa in cui visse da bambina.
Ritrovo tanti vecchi amici che da trent'anni non vedevo, sono di nuovo a casa.

1997/1999 -
Continuo l'attività di progettazione, mentre collaboro con la stampa periodica (il settimanale femminile ANNA, del gruppo Rizzoli-Corriere della Sera; il mensile TERZA PAGINA ecc.), con articoli e rubriche inerenti al giardino, le piante, la natura.
Organizzo e coordino un corso in 11 lezioni: "Nel Giardino: nella Natura", per conto della coop. culturale Università Aperta. Vi partecipano nomi illustri (in ordine di apparizione): Ippolito Pizzetti, Dea Agostaro, Francesco Corbetta, Elsa Cappelletti, Roberto Ferrari, Carlo Pagani, Gabriella Buccioli, oltre all'umile sottoscritto che tiene 4 lezioni.

1999 -
Faccio i conti e mi accorgo che non mi sono proprio arricchito, in questi ultimi sessant'anni. Forse ho speso troppo in traslochi. Ma sto vivendo uno dei periodi felici della mia vita.
Incoscienza?

Novembre.
Parte il mio sito sul web: Nel Giardino (Polline&Verde). Che cosa succederà? Sto qui ad aspettare visite.
C'è un té, e qualche pasticcino della giovane Diva per voi. Vediamoci.
Oppure scrivetemi, se ne avete voglia: larkie.marioELIMINARE@fastmail.it




| Home | Curriculum | Appuntamenti | Consulenza | Archivio | Libro degli Ospiti | Banca del Seme | Link |

Speciali: Giardini Letterari

Scrivi a Larkie

Made with Macintosh


Copyright © 1999-2003 - Progetto e testi di Mario Cacciari

Bravenet.com